L’arte della Natura nel Salento: Porto Cesareo ed Anfitrite dormiente

La bellezza del patrimonio naturale di Porto Cesareo, in terra salentina, è ormai nota ai turisti di tutt’Italia e di tutto il mondo.

E tuttavia, la bellezza in sé non è sufficiente a descrivere gli effetti ottici che il fondale marino e l’acqua turchese dell’Isola dei Conigli di Porto Cesareo può offrire. Essa infatti si coniuga con l’arte, come dimostrato dagli scatti aerei che mostrano illusioni ottiche delle figure più variegate, da quella dell’isolotto a forma di cuore, fino ad arrivare all’illusione ottica del volto di una figura femminile ad occhi chiusi.

Sembra quasi che il mare, volendosi vantare della sua bellezza e del color turchese della sua acqua, decida di immedesimarsi in figure che ricordino il romanticismo e la meraviglia che solamente il Salento è in grado di offrire.

Quando la natura diventa un’opera d’arte, il piacere per gli occhi è più che garantito. Ed ecco che allora la perfezione estetica della fusione tra mare e fondale marino creano la mitologica figura di una donna con capelli lunghi e gli occhi chiusi.

Anfitrite ha lasciato Poseidone per riposare vicino alla terraferma

Una bellissima dea, con capelli lunghi ed un viso sensuale ha riposato nel mare di Porto Cesareo. Uno degli scatti fatti dall’alto la riprende mentre, sorridente, riposa nelle acque di questo fantastico mare, trattenendone forse la forza delle onde e proteggendo gli anziani pescatori, come testimoniano gli antichi racconti.

La consorte di Poseidone, il dio del mare nella cultura ellenica, ha deciso di riposare in una delle baie più suggestive di tutto il mondo, mostrandosi ai turisti mentre si rilassa sotto un sole cuocente nel bel mezzo di un paesaggio verde e rigoglioso, come se volesse uscire dal mare per sdraiarsi, con tutto il suo essere divina, sulla terraferma.

Tag: