Otranto in un giorno: scopriamo il Centro Storico

“Otranto, città sacra, città tranquilla, dimenticata, è una specie di sintesi della storia salentina”.

Otranto – Castello medievale e monumento eretto per gli eroi del 1480

In questo modo lo scrittore e giornalista Guido Piovene definisce la bellezza della città pugliese. Un luogo spettacolare, ricco di profumi e vitalità, un posto magico che rapisce il cuore di ogni visitatore.

Otranto è una bellissima località di mare, che oltre alle sue acque regala allo sguardo un fascino d’altri tempi, dove le atmosfere dei secoli passati trascinano chiunque in un tripudio di emozioni difficili da descrivere.

Nel cuore di Otranto

Per addentrarsi nel cuore pulsante della cittadina e scoprirne così il suo centro storico è consigliabile iniziare il percorso esplorativo dal porto. Qui si ergono maestose le mura della città vecchia e si può ammirare il castello eretto in periodo aragonese. Una fortezza a pianta pentagonale irregolare, che gli Aragonesi di Napoli edificarono nel periodo che va dall’anno 1485 al 1498. Simbolo della città, il castello in passato era dotato di un unico ingresso costituito da un ponte levatoio. Sintesi della vita passata e presente di Otranto, oggi quest’imponente costruzione ospita mostre e numerosi eventi culturali.

Per arrivare nel cuore di Otranto sarà necessario passare attraverso la cinta muraria otrantina. Il centro della cittadina si apre alla vista in una danza di colori animati dal vocio musicalmente scomposto di voci sovrapposte. Il tutto è arricchito dai profumi della cucina tipica che attraversano i diversi vicoli ciechi e le stradine in cui si dipana l’abitato.

Passeggiare in questi luoghi magici, tra locali e negozietti di artigianato, dà un senso di gioia quasi eterna. Tutto è infatti intriso di una straordinaria bellezza.

Testimonianze storico-artistiche di pregio

Durante la passeggiata attraverso il borgo antico, tra strade che si incrociano e atmosfere magiche, non si può non visitare la Cattedrale dell’Annunziata, un monumento del XII secolo che racchiude le caratteristiche tipiche dell’architettura pugliese. Imperdibile anche la Chiesa bizantina dedicata a San Pietro, la più nota espressione dell’arte bizantina della regione.

Visitati i luoghi sacri, il percorso prosegue verso i bastioni, dove si può godere di un paesaggio che lascia senza fiato. Da qui è imperdibile una passeggiata lungo il terrazzo ubicato sul porto, un angolo di paradiso punteggiato di locali in cui poter degustare ottimi piatti di mare. Insieme alla sua storia e alle sue tradizioni è proprio il mare a rendere Otranto indiscutibilmente affascinante.

Tag:,

Lascia un commento