Sposarsi in Puglia. Mare e amore nel Salento

Cosa vuol dire

Sposarsi in Puglia

Era una mattina di febbraio del 2005. Su Lecce splendeva un timido e pallido sole. Giorgia, 19 anni, aveva appena visto il suo primo 30 e lode macchiare l’immacolato verbale universitario. Mentre la prof terminava di porre la sua firma, Giorgia pensava già al prossimo tour de force. L’esame di matematica. Nella sua mente scorrevano tutte le pagine dei libri disposti ordinatamente sulla sua scrivania e tutte le tazzine di caffè che avrebbero puntualmente imbrattato le pagine del suo quaderno degli appunti. Le vacanze, il mare, il relax erano soltanto delle oasi in una terra triste e desolata. 

1, 2, 3, 4, 5. I numeri erano sempre stati la sua unica e vera passione. Contava di tutto. Le caramelle avute in dono dal fratello maggiore, le merendine da consumare nell’arco della settimana, i giorni che mancavano al suo debutto come violinista, le ore che trascorreva affacciata alla finestra per osservare e scrutare il figlio dei vicini di casa. Lo stranissimo Francesco. Un ragazzo bello, brillante, con un unico desiderio. Diventare un grande artista. Amava dipingere volti e paesaggi. Non c’erano angoli e sorrisi del Salento che non fossero presenti sulle sue tele che custodiva gelosamente nella sua stanza.

Era sempre taciturno. Leggeva per ore e ore seduto sulla panchina del giardino condominiale. Ogni tanto si lasciava distrarre da Micio, il suo unico vero amico. Un gatto enorme e pieno di morbidi peli, che si accoccolava tra le sue gambe incrociate. Quando sentiva il portone chiudersi, subito Giorgia si affacciava alla finestra per vedere cosa avrebbe fatto quel ragazzo così musone, ma tanto carino.

Un bel giorno però: “Mamma vado a comprare una penna” – “Ma se ieri ne hai comprate due!” – “Mmh, si, ma ho visto che mi mancano le matite”. Cappotto, cappello, borsa e di corsa giù per le scale per poi fermarsi dinanzi al portone, sistemarsi i capelli, guardarsi nello specchio dell’ascensore e via.

Tra i due mai un saluto. Soltanto uno sguardo fugace con la punta dell’occhio. Quel giorno Giorgia inciampò e Francesco corse subito in suo aiuto. I due si guardarono e si scrutarono. “Grazie” – “Prego”.

Passarono i mesi e la brezza estiva apriva bronchi e cuore, portando sogni e ultimi esami universitari per Giorgia. E per Francesco? All’inizio di maggio, era solito uscire di casa molto presto e tornare all’ora di cena. I suoi compagni di avventura erano sempre album, matite e colori. Dove andava e cosa faceva? Continuava a domandarsi Giorgia.

Giugno. Ultimo esame e primo bagno. Con le sue amiche Giorgia aveva organizzato una gita al mare, in quel meravigliso angolo di terra che confina con l’orizzonte. “De finibus terrae” a Felloniche, il luogo che sembra essere stato dipinto dalle mani di un artista. 

Tra tanti appellativi quello fu il luogo dell’amore. Giorgia si allontanò un attimo dalle sue amiche per perdersi nella piacevole sensazione di solitudine, dove avrebbe trovato Francesco accarezzare i suoi pensieri. Perché si era così invaghita di quel ragazzo sfuggente, timido e presuntuoso? A un tratto Giorgia diede una risposta a tutte le sue domande.

Eccolo lì, dinanzi al cavalletto sui cui era poggiata la tela e all’infinita bellezza di un panorama unico. Giorgia fissava le sue mani che si muovevano elegantemente, così leggere e ballerine. Fissava quel ragazzo alto e magro, ma dalla sensibilità forte e dirompente. 

Si caricò di coraggio e speranza, e gli andò incontro. Quello che riuscì a scorgere sulla tela aveva qualcosa di surreale, come tutto il luogo che la circondava.

“Ciao, sei bravissimo”. Furono le uniche parole che Giorgia riuscì a pronunciare con voce tremula. “Potrai dirmi che sono bravo soltanto quando il tuo volto e questo angolo di terra diventeranno un’unica anima di questa tela”. 

Sono trascorsi undici anni. Giorgia e Francesco quest’anno si sposeranno proprio qui, a Marinelli. In questo lembo di terra dove termina il mondo e inizia il sogno.

[button color=”default” link=”https://www.marinellivacanze.it/contatti/” size=”default” target=”_self” block=”false”]Vuoi sposarti un una location magica? Contattaci[/button]